.

Milho
Di tutto, come se fosse Antani.
18 giugno 2005
DAL COMUNISMO AL TERRORISMO

Dal Comunismo al Terrorismo
di
Jacob G. Hornberger, 13 Giugno, 2005

Un articolo in prima pagina del numero del 10 Giugno 2005 del Los Angeles Times ha riportato un altro aspetto inquietante a riguardo degli attacchi del 9/11:

Un nuovo agghiacciante dettaglio sulle falle dei servizi segreti USA è emersa Martedì, quando il Dipartimento di Giustizia ha scoperto che circa 20 mesi prima degli attacchi del 11 settembre un ufficiale della CIA aveva intercettato una nota destinata ad allertare la FBI sul fatto che due noti agenti operativi di Al Qaeda erano entrati nel paese.... Se la FBI avesse ricevuto il comunicato ufficiale dall’unità speciale della CIA dedicata ad Osama bin Laden nel momento in cui si era resa disponibile per la trasmissione nel Gennaio 2000, i suoi agenti avrebbero probabilmente potuto rintracciare gli elementi pericolosi, secondo degli ufficiali dell’intelligence che sono a conoscenza di un rapporto dell’ispettore generale del Dipartimento di Giustizia appena reso pubblico.... La conclusione del rapporto, cioè che un agente scrisse una nota specificamente destinata alla trasmissione verso la FBI per allertare l’organizzazione sulla presenza dei due individui – e che un superiore abbia deliberatamente impedito che tale rapporto fosse spedito – è invece una novità..

Perciò, questi sono i fatti che abbiamo:

1. Dopo la caduta del muro di Berlino nel 1989, il governo federale non aveva più un nemico ufficiale per giustificare le enormi spese governative per la difesa, incluso l’enorme budget militare del Pentagono. Per un certo periodo le droghe illegali e il “mondo insicuro” divennero i nemici ufficiali.

2. Nel corso degli anni 90, il governo federale cominciò ad agitare dei vespai all’estero, specialmente in Medio Oriente, nonostante ripetuti avvertimenti  che una politica estera interventista e pro-impero avrebbe alla fine portato ad attacchi terroristici di “risposta” sul suolo degli Stati Uniti.

3. Grazie a colossale incompetenza e anche intenzionale indifferenza, sia la CIA che la FBI hanno fallito la prevenzione degli attacchi del 9/11, cosa che dovrebbe indurre qualsiasi osservatore ragionevole a chiedersi: quanto valgono in definitiva queste agenzie per la “raccolta di informazioni”?

4. Gli attacchi del 9/11 furono definiti una minaccia per i “valori e la libertà” degli Americani, piuttosto che verso la politica estera degli USA e furono utilizzati per giustificare la “guerra al terrorismo” del governo federale.

5. La “guerra al terrorismo” fu utilizzata per giustificare uno smisurato attacco federale verso le libertà civili del popolo Americano, in primo luogo attraverso il cosiddetto USA PATRIOT Act, assieme alle suggestioni “patriottiche” tese a supportare al “guerra al terrorismo” negando ogni possibile critica verso il governo federale.

6.  La “guerra al terrorismo” fu utilizzata per giustificare una campagna di bombardamenti in Afghanistan che uccise migliaia di innocenti, incitando in tal modo ancora più rabbia e odio contro gli Stati uniti, mancando tra l’altro la cattura del principale sospettato per gli attacchi del 9/11 — Osama bin Laden. Inoltre, il “cambio di regime” ottenuto in Afghanistan ha in effetti convertito quel paese in un narco-stato produttore di oppio i cui esorbitanti profitti derivanti dalla droga stanno finanziando attività terroristiche contro gli Stati Uniti, giustificando perciò sforzi ancora maggiori (e budget più alti) da parte degli USA per combattere la “guerra alla droga” e la “guerra al terrorismo”.

7. La “Guerra al Terrorismo” fu quindi utilizzata per alimentare una diffusa paura tra la popolazione americana, a riguardo della Armi di Distruzione di Massa di Saddam Hussein al fine di ottenere il supporto alla invasione e occupazione dell’Iraq, un paese che non ha mai attaccato gli Stati Uniti e che non aveva niente a che fare con gli attacchi del 9/11.

8. La guerra contro l’Iraq, compresi gli orrendi massacri e la distruzione causati da invasione e occupazione, ha dato il via a una escalation di odio e rabbia contro gli Stati Uniti, che probabilmente porterà altri atti terroristici, che a loro volta porteranno a rinnovati sforzi per vincere la “guerra al terrorismo”, assieme ad altri assalti verso le libertà civili e rinnovati richiami a supportare governo e truppe.

9. L’infinita “guerra al terrorismo” e l’indefinita occupazione dell’Iraq hanno dato il via alla crescita infinita del budget messo a disposizione del Pentagono da parte del Governo, che ora è maggiore anche di quello a disposizione ai tempi in cui il comunismo era la minaccia ufficiale durante la Guerra Fredda.

10. Quanti ufficiali federali sono stati licenziati, puniti o richiamati alla disciplina per uno qualsiasi dei fatti menzionati? Sembra invece che la maggior parte di loro, se non tutti, abbia ottenuto plausi, promozioni, adorazione, potere e montagne sempre crescenti di denaro prelevato dalle tasche dei contribuenti USA.

Qualsiasi cosa si possa dire su questi funzionari degli Stati Uniti, non si può proprio dire che siano stupidi. Al contrario, direi che sono brillanti.

Jacob Hornberger è il fondatore e presidente di  The Future of Freedom Foundation. Mandagli una email. (Anche in Italiano, gli piace molto! ndt)

Fonte: http://www.fff.org/comment/com0506c.asp

Traduzione: milho




permalink | inviato da il 18/6/2005 alle 10:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 66612 volte

Il Fatto Quotidiano

 

La Repubblica

 

Liberazione

 

Il Manifesto

 


Unità

 

 

La Stampa

 




IL CANNOCCHIALE